deficit di convergenza

                           rotazione oculare

Nella visione da vicino gli occhi devono ruotare all’interno per mantenere entrambi gli assi visivi in direzione dell’oggetto fissato.

In alcune persone questo movimento è rallentato per una ipofunzione dei muscoli interni degli occhi che avrebbero il compito di farli ruotare verso il naso.

In questa situazione, quando un occhio devia all’esterno, la persona vedrà due immagini dello stesso oggetto e dovrà fare uno sforzo per spostare di nuovo l’occhio all’interno e rivedere una singola immagine.

Tutto ciò, in un lavoro prolungato per vicino, provocherà uno sforzo oculare con i conseguenti sintomi dell’astenopia.

sforzo oculare sintomi dell’astenopia

Cosa fare?

L’ortottista riabilita i movimenti oculari attraverso esercizi che rinforzano i muscoli deputati alla convergenza.

esercizi rinforzamento muscoli deputati alla convergenza

Quante sedute occorrono?

La durata del trattamento dipende dall’entità del deficit di convergenza e dall’età del paziente. Indicativamente sono necessarie un minimo di 5 ed un massimo di 10 sedute, solitamente 1 – 2 volte alla settimana per una durata di 30 – 45 minuti ognuna.